Feeds:
Articoli
Commenti

L’impegno costante per l’eccellenza, vede i nostri nostri sforzi premiati costantemente dalle guide enogastronomiche.

2006 CAMP GROS Martinenga Barbaresco TRE BICCHIERI GAMBERO ROSSO 2011
2006 CAMP GROS Martinenga Barbaresco CINQUE GRAPPOLI GUIDA DUEMILAVINI 2011
2006 CAMP GROS Martinenga Barbaresco GRANDE VINO GUIDA SLOW WINE SLOW FOOD 2011
2006 GAIUN Martinenga Barbaresco VINI dell’ECCELLENZA GUIDA L’ESPRESSO 2011

Un affettuoso saluto a tutti i nostri clienti  e conseumatori.

Annunci


è con vivo piacere che desideriamo comunicarvi un altro importante risultato ottenuto dalla nostra Azienda, rappresentato dall’attribuzione dei 5 Grappoli 2011 nell’edizione di Duemilavini 2011 al nostro:

 

Grattamacco Bolgheri Superiore Doc 2007

 

 

 

ColleMassari & Grattamacco

Cari Amici,

Abbiamo il piacere di comunicarvi che anche quest’anno due dei nostri rossi hanno ottenuto importanti riconoscimenti:

 il Saganà  2008 è stato infatti premiato con i Tre Bicchieri della guida Vini d’Italia 2011 del Gambero Rosso

e al Noà 2008 sono stati attribuiti i 5 Grappoli dalla Guida DUEMILAVINI 2011.

 

Questi premi, oltre a riempirci di orgoglio, ci impegnano nella continua ricerca dell’eccellenza.

 Cordiali saluti

Il Team Cusumano

Martedì 28 Settembre, negli spazi della nuova Feltrinelli Express alla stazione centrale di Napoli, si è inaugurata la rassegna “Incontri con il gusto”. Il primo ospite è stato lo  chef Francesco Sposito, patron di “Taverna Estia” e oggetto di attenzione della rubrica “Chef emergenti” curata dalle edizioni Gribaudo. Per la stampa, Chiara Moiano e Carlo Vischi hanno condotto l’evento, alla presenza di un numeroso pubblico. Piacevole  e molto gradita la  degustazione di alcune specialità gastronomiche  del giovane chef stellato, che ben si abbinavano all’ Asprinio di Aversa spumante brut offerto dall’azienda Grotta del Sole, che si è ancora una volta rivelato degnissimo vino anche per accompagnare antipasti, entrées, tapas, finger food. Il servizio dei sommeliers  della delegazione A.I.S. di Napoli è stato preciso e professionale: insomma, nonostante gli spazi angusti, la serata si è rivelata un successo, anche per la particolare commistione fra cibo, vino e libri, clienti alla ricerca dell’ultimo best seller e  ospiti completamente immersi nelle degustazioni,  curiosi e  frettolosi viaggiatori in attesa del  treno.

Per saperne di più  www.tavernaestia.it                       www.grottadelsole.it

 La proposta enogastronomica

ASPRINIO D’AVERSA SPUMANTE BRUT   E MOZZARELLA IN CARROZZA



 

 

 

 

 

 

Buon vino a tutti

antonio aceto

antonioaceto@parlaredivino.it

Lunedì 4 ottobre una folla di pubblico, amici e clienti affezionati, ha tenuto a battesimo il nuovo locale di Lina   Esposito, in via Francesco Giordani, a pochi metri dal suo precedente storico locale.

Nostra signora del cioccolato ha realizzato il sogno di creare, oltre ad un grande punto vendita, un elegante luogo d’incontro, dove è possibile scegliere il meglio delle proposte enologiche e delle dolci tentazioni, ma anche partecipare a degustazioni e serate a tema. Valore aggiunto per una clientela affezionata e competente.

La serata è stata un successo e una festa per tutti, in un corollario di vino e cioccolato, per ospiti di tutte le età.

Il ricchissimo e gustoso buffet preparato da Monsieur Croissant è  stato accompagnato da tre spumanti, fra i quali  particolarmente gradito l’Asprinio d’Aversa brut di Grotta del Sole.

Tantissimi auguri per la sua attività e complimenti a Lina per l’ ospitalità e la cortesia: passeggiando nei dintorni è quasi impossibile non fermarsi a scambiare due chiacchiere con lei, chiedere un consiglio enogastronomico o parlare delle cose di ogni giorno. Insomma, da Lina ogni cliente si sente a   casa.

Buon vino a tutti

antonio aceto

antonioaceto@parlaredivino.it

linaes@libero.it

IMPRESSIONI DI SETTEMBRE

Alcuni c’erano già stati, per altri si è trattato della prima volta, ma per tutti i presenti nelle vigne aversane di Grotta del Sole la vendemmia dell’asprinio ha suscitato un’emozione davvero particolare.

Mercoledì 22 settembre 2010, una ventina di ospiti, quasi tutti dell’A.I.S. regionale, accolti da Francesco Martusciello e dalla  signora Elena, sono stati proiettati nello scenario unico e particolare della coltivazione ad alberata. La raccolta viene praticata con scale altissime a oltre 10 metri da terra, manovrate con destrezza ed equilibrio dai vendemmiatori.

In un’atmosfera gioiosa e conviviale abbiamo potuto ascoltare dai nostri ospiti notizie interessanti su tecniche e procedimenti impiegati. Le viti centenarie, le pareti di tralci e grappoli, l’infinita  perizia dei raccoglitori sono state la bella scenografia ad una delle più antiche attività dell’uomo;  grazie anche  alla splendida giornata di sole, tutti ci siamo sentiti in intimo contatto con la natura.

Sarà stato per questa forma di “panismo”  o più semplicemente perché sono davvero buoni, che i vini degustati al termine della nostra visita ci hanno piacevolmente emozionato.

Buon vino a tutti

antonio aceto

antonioaceto@parlaredivino.it

IMPRESSIONI DI SETTEMBRE

DEGUSTAZIONE RICCA DI CONTENUTI

Martedì 14 settembre Davide Palluda e Giacomo Boidi di “Giraudi” hanno presentato i rispettivi prodotti ad un pubblico non numerosissimo ma certamente qualificato ed interessato.
Uno chef creativo ed un artista del cioccolato, entrambi piemontesi, in grado di meravigliare il consumatore più attento ed esigente. Più che di prodotti, si tratta di vere creazioni ed intuizioni gastronomiche, dove la scelta delle materie prime si sposa perfettamente con l’assoluto rispetto delle norme di igiene e di conservazione degli alimenti.

Davide Palluda ci ha emozionato con i sapori di frutta in barattolo, confetture e sughi non certo comuni ma di grande gusto, preparati con maestria da vero chef: la sua idea è permettere al consumatore di provare a casa propria i piatti e le ricette del suo ristorante “All’enoteca”.

Giraudi ci ha fatto girare l’Italia attraverso i magici abbinamenti tra il suo raffinato cioccolato ed i prodotti più tipici del Bel Paese: dalle nocciole del Piemonte ai pistacchi di Bronte, senza tralasciare spezie e sapori orientali. Insomma una vera esplosione di profumi e gusto.

Per saperne di più http://www.davidepalluda.it e http://www.giraudi.it

Buon vino a tutti
Antonio Aceto
antonioaceto@parlaredivino.it